“Qualsiasi Darokiniano, di fronte alla mia storia, mi prenderebbe per pazzo. Come dargli torto. Ho eccellenti ricordi della mia ‘tranquilla’ vita prima di giungere in queste terre. Ma, come un pittore che si perde nel tono di un dettaglio, ignoravo l’insieme.”

Eliseo Keramidas è un iniziato cultista di Tzeentch, preso come apprendista su Lunaria da Alleyster Frejord, Campione di Tzeentch. L'aver apparentemente perso il suo Maestro in maniera piuttosto prematura lo ha messo in condizioni di muovere i suoi passi successivi senza la guida di un mentore e mettere alla prova la sua fede e la sua intraprendenza. Nel momento in cui si è riunito con Alleyster su Lunaria con propria grande sorpresa, è tornato a seguire i precetti del proprio mentore.

Ha ricoperto un ruolo centrale nella lotta contro il Solitario di Cegorach, chiudendo egli stesso uno degli strappi nel Velo. Al momento, è l'unico ad avere informazioni più dettagliate riguardo all'Angolo di Vetro, l'Artefatto malevolo utilizzato dall'invasore Eldar per manipolare realtà e sogno.

A seguito della Chiamata della Rocca dei Guardiani 109 intrapresa dai suoi compagni, ha deciso finalmente di allontanarsi dalla Torre dell'Osservatorio ed intraprendere un viaggio nelle vulcaniche ed aspre terre che ospitano la Fortezza di Kur'tharon per chiudere lo scontro con i terrificanti Fari del Solitario una volta per tutte.

Ed è proprio durante la ricerca del Solitario che durante una notte di profondo sonno all'interno dell'Argentum Fari, Eliseo ha trovato l'accesso ad un Reame del Sogno particolarmente conosciuto da molti Viaggiatori onirici, e nel suo peregrinare nella Foresta Incantata popolata dagli impudenti Zoog ha guadagnato per sè una reputazione tale da potersi definire Colui che Cammina nei Sogni.

Storia e Origini

Originario del mondo di Mystara, nacque e crebbe nella città di Darokin. Figlio di mercanti, passò la giovinezza sotto la guida di molti insegnanti. Apprese i rudimenti del commercio, dell’arte e della filosofia, della magia e della scherma, passando da uno all’altro assecondando la propria noia. Eliseo andò a mescolare queste conoscenze con il suo interesse per i reperti e le antichità, soprattutto quelle con valenza nel campo dell’arcano. Più per proprio gusto che per profitto, si mise spesso in cerca di simili reperti attraverso la regione.

Fu durante una di queste ricerche che scoprì l’Accordo. Stralci di un vecchio testo, i quali teorizzavano che la magia potesse essere intesa come una partitura musicale o un complesso disegno, piuttosto che un’equazione matematica.

Teoria che venne immediatamente screditata dalla società e che tuttavia accompagnò il ragazzo nei successivi viaggi.

Dopo una sfortunata parentesi con il gruppo di mercenari degli Schermagliatori Cremisi, la ricerca di oggetti arrivò fino a veri e propri furti, operati con l’impiego dell’Accordo.

Eliseo e Rodrigo Casati degli Schermagliatori Cremisi

Tuttavia il mestiere del ladro non gli si confaceva affatto, e quando uno di questi furti venne prematuramente scoperto, Eliseo sentì per la prima volta la Chiamata del Drago, alla quale rispose per salvarsi.

Su Lunaria venne convinto da Alleyster Frejord, Campione di Tzeentch, ad unirsi al Caos per fuggire dalla propria fine quando sarebbe tornato al suo mondo, e ricevette il Marchio.

Allora trovavo nell’eccesso un modo per afferrare quello che avevo intorno. Ora vedo invece quanto un insignificante gesto basti a scuotere quello che vi è vicino. Tale è il potere di chi può vedere il grande dipinto senza perdersi nei suoi flutti.

Tale è il potere di Tzeentch.”

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.